Regione Veneto

AVVISO PUBBLICO PER LA RICERCA DI SPONSORIZZAZIONI/EROGAZIONI LIBERALI PER LA MOSTRA NOE’ BORDIGNON (1841 -1920) DAL REALISMO AL SIMBOLISMO

Pubblicata il 25/06/2021

AVVISO PUBBLICO

 
PER LA RICERCA DI SPONSORIZZAZIONI/EROGAZIONI LIBERALI PER LA
MOSTRA
 
NOE’ BORDIGNON (1841 -1920) DAL REALISMO AL SIMBOLISMO
Museo Casa Giorgione e Villa Marini Rubelli 18 settembre 2021 - 16 gennaio 2022
 
 
 
In attuazione della Deliberazione di Giunta del Comune di Castelfranco Veneto n. 307 del 04.11.2019 e del Comune di San Zenone degli Ezzelini n. 94 del 14.10.2019, nonché della Deliberazione di Giunta n. 284 del 16.11.2020 del Comune di Castelfranco Veneto si rende noto il presente avviso pubblico per la ricerca di Sponsorizzazioni/Erogazioni liberali per la mostra NOE’ BORDIGNON (1841-1920) DAL REALISMO AL SIMBOLISMO
che verrà allestita nelle sedi dei due Comuni promotori, Museo Casa Giorgione di Castelfranco Veneto e Barchessa di Villa Marini Rubelli di San Zenone degli Ezzelini dal 18 settembre 2021 al 16 gennaio 2022.
Il presente avviso non ha natura vincolante per i Comuni promotori ma è destinato a verificare la disponibilità esistente da parte di soggetti pubblici e privati ad offrirsi come sponsor o erogatori liberali.
Il presente avviso è da considerarsi aperto e pertanto i soggetti che intendono essere sponsor o erogatori liberali possono presentare proposta in qualsiasi momento entro il termine del 02/08/2021.
 

AMMINISTRAZIONE PROCEDENTE

Comune di Castelfranco Veneto C.F. e P.IVA 00481880268
Via Francesco Maria Preti, 36 – 31033 Castelfranco Veneto (TV) Tel. 0423 7354 – Fax 0423 735580
PEC: comune.castelfrancoveneto.tv@pecveneto.it
 
Comune di San Zenone degli Ezzelini C.F. 83003130263 e P.IVA 01533110266
Via Roma, 1 – 31020 San Zenone degli Ezzelini (TV) Tel. 0423 567000 – Fax 0423 567840
PEC: protocollo.comune.sanzenonede.tv@pecveneto.it
 
 
Al Comune di Castelfranco Veneto è stata affidata la gestione amministrativa e contabile dell’iniziativa.
 
 

ARTICOLO 1 - OGGETTO E FINALITA’

 
  1. LA MOSTRA
 
I Comuni di Castelfranco Veneto e San Zenone degli Ezzelini ricercano soggetti disponibili ad effettuare erogazioni liberali o sponsorizzazioni finanziarie per il sostegno alla realizzazione della Mostra NOE’ BORDIGNON (1841 -1920) DAL REALISMO AL SIMBOLISMO dedicata ad uno dei più significativi artisti veneti della seconda metà dell’Ottocento e dei primi del Novecento.
La mostra, la cui curatela è affidata al prof. Fernando Mazzocca, uno dei più importanti storici dell’arte in Italia e tra i massimi specialisti dell’età neoclassica, dell’Ottocento e primo Novecento, e alla dott.ssa Elena Catra, esperta di storia dell’arte dell’Ottocento in area veneta, porterà alla riscoperta del pittore e a numerose novità fino ad ora tralasciate dagli studi come: il concorso alla cattedra di pittura all’Accademia di Belle Arti di Venezia del 1895, il carteggio inedito con Vittore Grubicy de Dragon pittore, critico, e promotore del Divisionismo in Italia e all’estero, ed altre ancora. La mostra - prevista dal 18 settembre 2021 al 16 gennaio 2022 - verrà allestita in due sedi nelle rispettive città di nascita e di morte dell’artista: Castelfranco Veneto, presso il Museo Casa Giorgione e San Zenone degli Ezzelini, presso la barchessa di Villa Marini Rubelli.
L’evento vedrà l’esposizione di numerose opere del maestro trevigiano vantando la collaborazione e prestiti da importanti musei e collezioni private come le Gallerie dell’Accademia di Venezia, la Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Ca’ Pesaro, il Museo Civico di Asolo, il Museo Storico e Parco del Castello di Miramare, il Museo Civico di Bassano del Grappa, la Congregazione Armena Mechitarista dell’Isola di San Lazzaro di Venezia, il Museo Achille Forti di Verona, ecc. Le diverse sezioni della mostra riflettono i mutamenti del clima culturale dell’epoca, di cui Bordignon è stato un sensibile interprete anche perché padrone di diversi generi, dalla pittura storica alla pittura del “vero” – celebre
 
la Pappa al fogo – la pittura sacra, il ritratto e la pittura simbolista che caratterizzò gli ultimi anni di attività del pittore. La mostra proporrà dei confronti tra la pittura di Bordignon e quella dei suoi principali maestri, oltre ad altri raffronti con alcuni degli esponenti dei macchiaioli, della scuola napoletana, della “scuola del vero” veneziana e infine del simbolismo. Tra essi si citano: Beppe Ciardi, Filippo Palizzi, Luigi Nono, Federico Zandomeneghi.
Una mostra che lascerà il segno anche attraverso il catalogo che presenterà il regesto aggiornato di tutte le opere dell’artista, e alla quale si affiancheranno degli itinerari nel territorio che inviteranno il visitatore alla scoperta dei numerosi, e spesso monumentali affreschi realizzati da Bordignon in chiese e ville del territorio. Una sollecitazione quindi all’esplorazione che vede come punti di partenza Castelfranco Veneto e San Zenone degli Ezzelini, sedi dell’esposizione, e che si dipana nel cuore della Regione Veneto. Terre e paesaggi che per decenni hanno ispirato numerosi artisti, tra cui il nostro Noé Bordignon, che ha lasciato importanti testimonianze disseminate per tutto il territorio. Un circuito nel segno dell’arte che tocca differenti Comuni veneti e che può dare vita ad una rete virtuosa - alla quale hanno già aderito Altivole, Asolo, Bassano del Grappa, Cartigliano, Cassola, Castello di Godego, Loria, Maser, Monfumo, Riese Pio X, Rosà
- che permetterà non solo la conoscenza approfondita dell’opera di questo importante artista, ma anche la valorizzazione di siti e delle principali eccellenze culturali di questi territori. Un itinerario che può allargarsi ulteriormente affiancando all’arte di Noé Bordignon la scoperta di paesaggi naturalistici e tipicità dell’enogastronomia quali incredibili chiavi di lettura aggiuntive per i visitatori.
 
 

1.2 PERCHÉ SOSTENERE L’EVENTO - OPPORTUNITÀ

 
Quella rappresentata dalla mostra è un’opportunità importante per promuovere non solo le vicende che legano Castelfranco Veneto e San Zenone degli Ezzelini alle pagine della storia dell’arte dedicate soprattutto alla seconda metà dell’Ottocento e ai primi del Novecento, ma anche per valorizzare l’offerta culturale, turistica, enogastronomica (il fatto che si svolga tra autunno e inverno rappresenta anche una importante sinergia con il paniere enogastronomico di un territorio che può offrire molto e le pregevoli produzioni di tutto il territorio con particolare attenzione alla Pedemontana).
Una significativa opportunità di richiamo strategicamente connessa e legata con il territorio in cui si svolge: i paesaggi rappresentati e le scene di genere nei dipinti di Bordignon e dei suoi coevi, concedono uno spaccato incredibile delle tradizioni e delle
 
evidenze naturalistiche, che ancor oggi possono essere rintracciate in questi territori.
 
Una mostra che vuole celebrare Noé Bordignon e gli altri protagonisti che, come lui, hanno segnato l’arte veneta del XIX secolo e gli inizi del XX secolo, ma che vuole anche mantenere uno stretto legame con le terre dove il pittore ha lasciato un concreto segno. L’evento può dunque diventare un volano per la più ampia comunicazione e promozione delle altre eccellenze presenti nelle due Città, nella provincia e in tutta la Regione attraverso gli itinerari.
Fondamentale per il successo della mostra diventa dunque l’individuazione di una serie di alleanze e di accordi con il tessuto territoriale:
  • Le realtà locali e regionali
  • Le associazioni
  • I gruppi
  • Gli operatori economici
 
individuando tutte le forme di partecipazione, di collaborazione e le sinergie che si possono esprimere. Tanti alleati per ampliare e diversificare la promozione: aziende, ditte, enti privati e non, come motore per la diffusione della comunicazione e dell’immagine del territorio.
 
 

ARTICOLO 2 - FORME DI PARTECIPAZIONE AL FINANZIAMENTO
2.1 EROGAZIONI LIBERALI

La partecipazione di privati ed aziende consisterà in un’erogazione in denaro a fronte della quale al soggetto erogante verrà riconosciuto il ruolo di adottante di una delle opere di Noè Bordignon, esposte nelle sedi di Castelfranco Veneto e/o San Zenone degli Ezzelini.
BENEFICI FISCALI
 
Detrazione dall’imposta dell’erogazione liberale ai sensi dell’articolo 15, comma 1, lettera h) (reddito persone fisiche) e deducibilità ai sensi dell’articolo 100, comma 2, lettera
m) (reddito d’impresa) del D.P.R. 22.12.1986 n. 917 e ss.mm..
 
Le procedure amministrative sono estremamente semplificate: entro il 31 gennaio dell’anno successivo i soggetti che effettuano l’erogazione liberale devono comunicare all’Agenzia delle Entrate l’ammontare dell’erogazione e l’ente beneficiario; entro la stessa data l’ente beneficiario deve comunicare l’ammontare dell’erogazione ricevuta e i dati del soggetto erogante al Ministero dei Beni Culturali.
 
 
 
IL PUBBLICO RINGRAZIAMENTO
 
Agli erogatori liberali sarà riservato “pubblico ringraziamento” che nel caso specifico potrà concretizzarsi in:
- segnalazione dell’adottante accanto a ciascuna opera. Il nome dell’adottante resterà così legato all’artista e al suo specifico lavoro esposto in mostra;
 
 
2.2 SPONSORIZZAZIONI FINANZIARIE
 
Il contratto di sponsorizzazione verrà sottoscritto tra lo sponsor ed i Comuni promotori (sponsee), che a fronte del finanziamento erogato si obbligano alle prestazioni pubblicitarie e di comunicazione nei termini precisati all’art. 7 del presente Avviso quale ritorno d’immagine e pubblicitario per lo sponsor.
I Comuni promotori si riservano di accettare le proposte di più sponsor, avendo cura di non creare situazioni di conflitto tra sponsor offerenti che svolgono attività nello stesso settore. Qualora si dovesse verificare tale eventualità, si procederà in ordine cronologico in base alla data di ricezione della candidatura.
 
 

ARTICOLO 3 - VALORE DELL’EROGAZIONE LIBERALE E DELLA SPONSORIZZAZIONE

Le erogazioni liberali dovranno avere un valore non inferiore a € 500,00 (cinquecento/00) cadauna.
Le sponsorizzazioni dovranno avere un valore non inferiore a € 1.000,00 (euro mille/00) cadauna.
La sponsorizzazione del main sponsor dovrà avere un valore non inferiore a € 10.000,00 (euro diecimila/00).
L’importo delle sponsorizzazioni si intende al netto di I.V.A..
 
 

ARTICOLO 4 – REQUISITI DELLO SPONSOR/EROGATORE LIBERALE

 
Sono ammessi alla presente procedura i soggetti privati (persone fisiche o giuridiche, ivi comprese le associazioni) - anche in forma associata - o pubblici, aventi i seguenti
 
requisiti:
 
  • non trovarsi in nessuna delle condizioni di esclusione previste dalla normativa vigente in materia di appalti pubblici o in alcuna ulteriore condizione che impedisca di contrarre con la pubblica amministrazione;
  • non appartenere ad organizzazioni di natura politica, sindacale, filosofica o religiosa;
  • assenza di pregiudizio o danno all’immagine delle Amministrazioni promotrici; 
  • essere in possesso dei requisiti di carattere generale ai sensi dell’art. 80 del D.Lgs 50/2016.
Sono esclusi i soggetti che operano in qualsiasi forma (produzione, distribuzione, commercializzazione, sponsorizzazione) nell’ambito di prodotti quali tabacco, materiale a sfondo sessuale o pornografico, gioco d’azzardo.
Sono esclusi dalla partecipazione alla presente selezione soggetti, ditte, imprese, associazioni o altri organismi che abbiano in atto controversie di natura legale o giudiziaria con la Pubblica Amministrazione o che esercitino attività in situazioni di conflitto di interessi con l’attività della Pubblica Amministrazione.
 
 

ARTICOLO 5 – CONTRATTO DI SPONSORIZZAZIONE

 
Il rapporto di sponsorizzazione verrà formalizzato e disciplinato da un “Contratto di sponsorizzazione”, stipulato in base alla normativa vigente, sulla scorta dello schema di cui all’Allegato A) al presente avviso.
Tale contratto regolerà nel dettaglio i benefit riconosciuti allo sponsor; la durata del contratto di sponsorizzazione; le clausole di tutela rispetto alle eventuali inadempienze; le modalità di esecuzione della sponsorizzazione. Ulteriori elementi non previsti dallo schema di contratto potranno essere definiti, implementati ed integrati tra sponsor e sponsee.
Il soggetto individuato come sponsor potrà associare al proprio nome, al proprio logo, alla propria immagine aziendale, a fini pubblicitari, per il solo periodo della mostra, il nome e l’immagine del Museo Casa Giorgione di Castelfranco Veneto e Villa Marini Rubelli di San Zenone degli Ezzelini nonché il logo della mostra, previo espresso assenso delle rispettive Amministrazioni, relativamente all’attività oggetto di sponsorizzazione e al periodo di realizzazione dell’attività stessa.
 
A tal proposito si precisa che è in ogni caso escluso un utilizzo:
 
  • a fini propagandistici di natura politica, sindacale e religiosa;
  • a fini pubblicitari collegati alla produzione o distribuzione di tabacco, materiale a sfondo sessuale o pornografico, gioco d’azzardo;
  • legato a messaggi offensivi, incluse le espressioni di fanatismo, razzismo, odio o minaccia o comunque lesive della dignità umana.
 
 

ARTICOLO 6 – IMPEGNI DELLO SPONSOR

 
I soggetti selezionati come sponsor si impegnano a:
 
- erogare la sponsorizzazione proposta che costituirà l’oggetto del contratto di sponsorizzazione, sostenendo tutte le spese, nessuna esclusa, per la partecipazione al presente avviso e l’eventuale successiva sottoscrizione del contratto di sponsorizzazione;
- sottoporre al Comune di Castelfranco Veneto - Direzione del Museo Casa Giorgione di Castelfranco Veneto, per preventiva approvazione, ogni eventuale materiale di comunicazione prodotto in autonomia;
- fornire al Comune di Castelfranco Veneto - Direzione del Museo Casa Giorgione di Castelfranco Veneto il proprio logo/marchio in formato utile alla riproduzione grafica;
- fornire ogni materiale necessario alla sponsorizzazione offerta senza oneri per i Comuni promotori.
 
 

ARTICOLO 7 – IMPEGNO DEI COMUNI DI CASTELFRANCO VENETO E SAN ZENONE DEGLI EZZELINI

  1. EROGAZIONI LIBERALI
 
Agli erogatori liberali sarà riservato “pubblico ringraziamento” che potrà concretizzarsi nella segnalazione dell’adottante accanto a ciascuna opera. Il nome dell’adottante resterà così legato all’artista e al suo specifico lavoro esposto in mostra.
 
 

7.2 SPONSORIZZAZIONI FINANZIARIE

 
A fronte dell’impegno assunto dallo sponsor i Comuni di Castelfranco Veneto e San Zenone degli Ezzelini si impegnano a garantire i seguenti benefit per i sostenitori della
 
mostra:
 
MAIN SPONSOR
 
  1. Logo in evidenza nei materiali promozionali prodotti per la comunicazione della mostra con dicitura “main sponsor” (es. depliant, locandine, cartelle stampa, arredo urbano nelle Città, pubblicità outdoor ecc.);
  2. Logo sul colophon posizionato all’entrata della mostra in entrambe le sedi;
  3. Logo sul colophon del catalogo;
  4. Logo e link sui siti dei due Comuni e visibilità social;
  5. Scheda dedicata in cartella stampa e possibilità per un rappresentante dell’Azienda di intervenire in sede di conferenza stampa;
  6. N. 50 biglietti omaggio per la mostra;
  7. Inviti all’inaugurazione e possibilità di saluto durante l’inaugurazione;
  8. Possibilità di organizzare una preview riservata prima dell’apertura o visita esclusiva fuori orario per un gruppo di Ospiti dell’azienda, senza spese di gestione per l’apertura speciale;
  9. Sconto su biglietto e sul catalogo per i clienti dell’azienda;
  10. Spazio riservato al main sponsor nelle sedi espositive (es. espositiore da banco in biglietteria o roll up);
  11. Ulteriori forme di comunicazione e di presenza che siano richieste o iniziative di co-marketing potranno essere concordate con gli Organizzatori (es. veicolati sui giornali, pubblicità aziendale personalizzata, ecc.)
 
 
SPONSOR REGULAR
 
  1. Logo nei materiali promozionali prodotti per la comunicazione della mostra (es. depliant, locandine, cartelle stampa, arredo urbano nelle Città, pubblicità outdoor ecc.);
  2. Logo sul colophon posizionato all’entrata della mostra in entrambe le sedi;
  3. Logo sul colophon del catalogo;
  4. Logo e link sui siti dei Comuni e visibilità social;
  5. Citazione nella cartella stampa (sia nel comunicato che nel colophon);
  6. Numero da concordare di biglietti omaggio per la mostra;
  7. Invito all’inaugurazione per i vertici dell’Azienda;
  8. Sconto su biglietto e sul catalogo per i clienti dell’azienda;
  9. Ulteriori forme di comunicazione e di presenza che siano richieste o iniziative di co-
 
marketing potranno essere concordate con gli Organizzatori (es. veicolati sui giornali, pubblicità aziendale personalizzata, ecc.)
 
 

ARTICOLO 8 - MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE PROPOSTE DI EROGAZIONI LIBERALI/SPONSORIZZAZIONI

La proposta deve essere presentata esclusivamente in forma scritta compilando il modulo predisposto Allegato B) al presente avviso.
I soggetti interessati dovranno far pervenire, in busta chiusa, la domanda di sponsorizzazione, in carta semplice - sottoscritta dal legale rappresentante del soggetto proponente o da suo delegato, corredato da fotocopia non autenticata di un valido documento d’identità personale del sottoscrittore (art. 3 comma 1 d.lgs. 445/2000)
al Comune di Castelfranco Veneto – Ufficio Protocollo – Via F. M. Preti, 36 – 31033 Castelfranco Veneto oppure a mezzo PEC: comune.castelfrancoveneto.tv@pecveneto.it/
o al Comune di San Zenone degli Ezzelini – Ufficio Protocollo - Via Roma, 1 – 31020 San Zenone degli Ezzelini oppure a mezzo PEC: protocollo.comune.sanzenonede.tv@pecveneto.it.
La busta dovrà riportare il seguente oggetto: AVVISO PUBBLICO PER LA RICERCA DI SPONSORIZZAZIONI/EROGAZIONI LIBERALI PER LA MOSTRA NOE’ BORDIGNON (1841 -1920) DAL REALISMO AL SIMBOLISMO.
Alle offerte presentate da un’associazione dovrà essere allegata copia dello Statuto. Sono ammessi tutti i tipi di spedizione e di consegna, compresa la consegna a mano.
Il recapito del plico è a totale ed esclusivo rischio del mittente, restando esclusa qualsivoglia responsabilità dei Comuni promotori qualora il plico non giunga a destinazione.
Non saranno prese in considerazione proposte pervenute in forma diversa da quanto sopra indicato.
L’invio della proposta non vincola in alcun modo i Comuni promotori.
 
 

ARTICOLO 9 - CRITERI PER L’INDIVIDUAZIONE DEGLI SPONSOR

 
Le proposte pervenute verranno valutate da una apposita Commissione.
 
Tutte le proposte di sponsorizzazione pervenute sono potenzialmente ammissibili salvo il caso di impedimenti di legge o di contrasto con i requisiti di cui al precedente articolo 4.
I Comuni promotori si riservano a loro insindacabile giudizio di accettare o meno le proposte pervenute, riservandosi altresì la facoltà di chiedere precisazioni ed informazioni integrative ai proponenti.
In linea generale la valutazione terrà conto, oltre che delle condizioni previste dall’art. 119 del D.Lgs 267/2000 (perseguimento di interessi pubblici, esclusione di conflitti di interesse tra attività pubblica e attività privata e conseguimento di un risparmio di spesa) e dall’art. 120 del D.lgs. 42/2004 (progettazione o attuazione di iniziative in ordine alla tutela ovvero alla valorizzazione del patrimonio culturale), della qualità del proponente in termini di fiducia e di immagine, degli effetti di ritorno sulla pubblicizzazione dell’avvenimento, del relativo valore economico e della coerenza della proposta di sponsorizzazione con le finalità dell’attività alla quale si riferisce. I Comuni promotori si riservano di chiedere precisazioni e informazioni integrative.
 
 

ARTICOLO 10 – DIRITTO Dl RIFIUTO

 
I Comuni di Castelfranco Veneto e di San Zenone degli Ezzelini, a loro insindacabile giudizio, si riservano di rifiutare qualsiasi proposta pervenuta qualora ritengano che possa derivare un conflitto d’interesse tra l’attività pubblica e quella privata o la reputino inaccettabile per motivi di inopportunità generale. I Comuni si riservano quindi la facoltà di non accettare proposte di sponsorizzazione in relazione a possibili attività particolari del soggetto proponente, in contrasto con le linee di attività istituzionale dei Comuni.
 
 

ARTICOLO 11 - INFORMAZIONI, CHIARIMENTI

 
Gli interessati possono richiedere ulteriori informazioni relativamente al presente avviso alla Direzione del Museo Casa Giorgione, rivolgendosi alla e-mail direzione@bibliotecacastelfrancoveneto.tv.it e/o cultura@comune.san-zenone.tv.it.
 
 

ARTICOLO 12 - TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

 
Ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo, i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti dai Comuni di Castelfranco Veneto e San Zenone degli Ezzelini per la finalità di gestione del presente avviso e potranno essere trattati presso una

banca dati autorizzata anche successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto di sponsorizzazione, per le finalità inerenti la gestione del rapporto medesimo. Il conferimento dei dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione dal presente avviso. La presentazione della domanda da parte del candidato implica il consenso al trattamento dei propri dati personali, compresi i dati sensibili, a cura del personale assegnato all’Ufficio preposto alla conservazione delle domande e all’utilizzo delle stesse per lo svolgimento delle procedure relative al presente avviso.
Per quanto non espressamente previsto dal presente avviso si fa riferimento alle vigenti norme in materia.
 
 
San Zenone degli Ezzelini, 25 Giugno 2021
 
 
IL DIRIGENTE DEL SETTORE 3 SERVIZI ALLA PERSONA
 
Dott. Gianluca Mastrangelo        Firma digitale ai sensi del D.Lgs 82/2005
 
 
IL RESPONSABILE - AREA IV “SERVIZI ALLA PERSONA”
 
Maria Teresa Rebellato           Firma digitale ai sensi del D.Lgs 82/2005
 

Allegati

Nome Dimensione
Allegato Prot_Par 0007802 del 25-06-2021 - Documento MM-Avviso sponsorizzaz. CFV mostra Bordignon (1).pdf 276.47 KB
Allegato Prot_Par 0007802 del 25-06-2021 - Allegato All. B DOMANDA.pdf 132.65 KB
Allegato All. A Contratto di sponsorizzazione finanziaria mostra Bordignon.pdf 126.28 KB

Categorie Avvisi

Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto