Regione Veneto

BANDO A SOSTEGNO DELLE ATTIVITA’ ECONOMICHE DEL COMUNE DI SAN ZENONE DEGLI EZZELINI

Pubblicata il 21/12/2020

Con Delibera di Giunta Comunale n. 110 del 21.12.2020 si è approvato il BANDO A SOSTEGNO DELLE ATTIVITA' ECONOMICHE DEL COMUNE DI SAN ZENONE DEGLI EZZELINI
 

1.FINALITA’

Il Comune di San Zenone degli Ezzelini (TV) intende sostenere la ripresa dell’economia, duramente provata dall’emergenza epidemiologica, attraverso il sostegno alle attività economiche maggiormente penalizzate dall’introduzione delle misure restrittive resesi necessarie a seguito della emergenza sanitaria da COVID 19.
 
 

2.DOTAZIONE FINANZIARIA DEL BANDO, INTENSITA’ E TIPOLOGIA DEL CONTRIBUTO

 
Le risorse stanziate per l’iniziativa ammontano complessivamente ad € 60.000,00 messi a disposizione dal Comune di San Zenone degli Ezzelini
Al fine di sostenere gli operatori dei settori economici interessati dalle misure restrittive introdotte con il Dpcm 24 ottobre 2020 per contenere la diffusione dell'epidemia Covid-19, è riconosciuto, fino ad esaurimento delle risorse a disposizione, un contributo a fondo perduto a favore delle imprese del territorio comunale che risultano essere iscritte ed attive nei registri camerali.
 
E’ riconosciuto un contributo a fondo perduto a favore di:
  • associazioni (o altri enti non societari) che alla data del 31 ottobre 2020, risultano essere iscritte ed attive nel Repertorio Economico Amministrativo con attività, oltre alla propria istituzionale, afferente ai codici ATECO sottoriportati;
  • < >47.19
    Commercio al dettaglio non alimentare in esercizi non specializzati
    47.5
    Commercio al dettaglio di prodotti per uso domestico in esercizi specializzati
    47.6
    Commercio al dettaglio di articoli ricreativi in esercizi specializzati
    47.72.10
    Commercio al dettaglio di calzature e accessori
    56.10.11
    Ristorazione con somministrazione
    56.10.30
    Gelaterie e pasticcerie
    56.30.00
    Bar e altri esercizi simili senza cucina
    79.11.00
    Attività di agenzie viaggio
    93.11.20
    Gestione di piscine
    93.19.10
    Enti e organizzazioni sportive, promozione di eventi sportivi
    96.02.01
    Servizi dei saloni di barbiere e parrucchiere
    96.02.02
    Servizi degli istituti di bellezza
    96.02.03
    Servizi di manicure e pedicure
    96.09.02
    Attività di tatuaggio e piercing
     
     
    L’agevolazione disciplinata dal presente bando prevede l’assegnazione di un contributo di € 1.000,00 concesso a fondo perduto, a titolo di ristoro per le attività nel territorio del Comune afferenti ai Codici Ateco sopra riportati.
    Non sono riconosciuti contributi alle seguenti attività, seppure rientranti nei Codici Ateco sopra elencati:
    • Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande (ipermercati, supermercati, discount di alimentari, minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentivari)
    • Commercio al dettaglio di prodottisurgelati
    • Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video,elettrodomestici
    • Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici Ateco: 47.2), inclusi gli esercizi specializzati nella vendita di sigarette elettroniche e liquidi da inalazione
    • Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizispecializzati
    • Commercio al dettaglio di apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice Ateco:47.4)
    • Commercio al dettaglio di articoliigienico-sanitari
    • < >< >Commercio al dettaglio di libri in esercizispecializzati
    • Commercio al dettaglio di giornali, riviste eperiodici
    • Commercio al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture perufficio
    • Commercio al dettaglio di confezioni e calzature per bambini eneonati
    • Commercio al dettaglio di biancheriapersonale
    • Commercio al dettaglio di articoli sportivi, biciclette e articoli per il tempo libero in esercizi specializzati
    • Commercio di autoveicoli, motocicli e relative parti edaccessori
    • Commercio al dettaglio di giochi e giocattoli in esercizispecializzati
    • Commercio al dettaglio di medicinali in esercizi specializzati (farmacie e altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizionemedica)
    • Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizispecializzati
    • < >Commercio al dettaglio di fiori, piante, bulbi, semi efertilizzanti
    • < >Lavanderia e pulitura di articoli tessili epelliccia
    • Attività delle lavanderieindustriali
    • Altre lavanderie,tintorie
    • Servizi di pompe funebri e attivitàconnesse
     
     

    3.REGIME DI AIUTO

     
    Le agevolazioni di cui al presente bando sono concesse in applicazione delle disposizioni previste dal Regolamenti UE 1407/2013 relativo all’applicazione degli artt. 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea agli aiuti di importanza minore (de minimis).
    Ai sensi dell’art. 3 del Regolamento UE 1407/2013, l’importo complessivo degli aiuti in de minimis concessi ad una medesima impresa, congiuntamente con altre imprese ad essa eventualmente collegate nell’ambito del concetto di impresa unica, nell’arco di tre esercizi finanziari non può superare 200.000,00 Euro, tale limite massimo è ridotto a 100.000,00 Euro nel caso di impresa operante nel settore del trasporto su strada.
    L’art. 2 del Regolamento UE 1407/2013 definisce «impresa unica» l’insieme delle imprese fra le quali esiste almeno una delle relazioni seguenti:
    1. < >un’impresa ha il diritto di nominare o revocare la maggioranza dei membri del consiglio di amministrazione, direzione o sorveglianza di un’altraimpresa;
    2. un’impresa ha il diritto di esercitare un’influenza dominante su un’altra impresa in virtù di un contrattoconclusoconquest’ultimaoppureinvirtùdiunaclausoladellostatutodiquest’ultima;
    3. un’impresa azionista o socia di un’altra impresa controlla da sola, in virtù di un accordo stipulato con altri azionisti o soci dell’altra impresa, la maggioranza dei diritti di voto degli azionisti o soci di quest’ultima.
    Le imprese fra le quali intercorre una delle relazioni di cui alle lettere da a) a d), per il tramite di una o più altre imprese sono anch’esse considerate un’impresa unica.
    Ai fini del controllo del rispetto della regola de minimis, il legale rappresentante dell’impresa richiedente sottoscriverà, al momento della presentazione della domanda di contributo, una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà redatta ai sensi dell’art. 47 D.P.R.445/2000 che attesti l’esclusione dell’impresa dalle categorie indicate nell’art. 1 del Regolamento UE 1407/2013 nonché tutti i contributi ricevuti dall’impresa o dall’impresa unica, di cui l’impresa richiedente fa parte, a norma del presente regolamento o di altri regolamenti de minimis durante i due esercizi finanziari precedenti e l’esercizio finanziario in corso.
    La concessione del contributo è vincolata al rispetto del massimale degli aiuti concedibili nell’arco dei tre anni finanziari come da verifica nel Registro Nazionale degli Aiuti di Stato.
    Qualora la concessione di nuovi aiuti de minimis comporti il superamento dei massimali pertinenti sopra indicati, il contributo potrà essere concesso in quota parziale.
    L’aiuto si considera concesso nel momento i cui sorge per il beneficiario il diritto a ricevere l’aiuto stesso (art. 3.4 del Regolamento UE 1407/2013)
     
     

    4.SOGGETTI BENEFICIARI

    Possono usufruire dei contributi previsti dal presente bando le micro, piccole e medie imprese con riferimento alla Raccomandazione 2003/361/CE del 6 maggio 2003 (GUCE L 124 del 20/05/2003) recepita con Decreto Ministeriale del 18/05/2005 (GURI n. 238 del 1/10/2005) e come definite nell’Allegato 1 al Regolamento UE n. 651/2014 della Commissione Europea del 17 giugno 2014 pubblicato sulla Gazzetta ufficiale L 187/1 del 26/06/2014, anche in forma di impresa cooperativa, nonché aggregazioni di imprese (società, associazioni, consorzi e reti), che abbiano la propria sede operativa all’interno del Comune di San Zenone degli Ezzelini.
    I soggetti beneficiari, al momento della presentazione della domanda e fino all’erogazione del contributo, devono essere in possesso dei seguenti requisiti, da attestare mediante autocertificazione:
    • < >< >svolgere attività tra quelle elencatenelbando;
    • essere in regola con il versamento dei contributi previdenziali, assistenziali e assicurativi dei dipendenti (DURC regolare), in fase di erogazione finale delcontributo;
    • < >non trovarsi in nessuna delle situazioni ostative relative agli aiuti di Stato dichiarati incompatibili dalla Commissioneeuropea;
    • < >< >< >https://www.comune.san-zenone.tv.it
      Il Comune di San Zenone degli Ezzelini chiuderà anticipatamente i termini di presentazione delle domande in caso di esaurimento delle risorse disponibili.
      Notizie della chiusura dei termini di scadenza saranno rese note mediante pubblicazione nel sito interne  https://www.comune.san-zenone.tv.it  
      Le domande di contributo devono essere presentate esclusivamente con invio della modulistica sottoscritta digitalmente all’indirizzo pec  protocollo.comune.sanzenonede.tv@pecveneto.it
      La presentazione della domanda prevede il pagamento dell’imposta di bollo vigente ai sensi del DPR 642/1972 e successive modifiche e integrazioni.
       
      Alla domanda, correttamente compilata in ogni sezione, deve essere la fotocopia di un documento di identità, in corso di validità, del titolare/legale rappresentante firmatario della domanda di contributo.
       
      1. ISTRUTTORIA FORMALE E AMMISSIONE ALCONTRIBUTO
       
      L’istruttoria formale avverrà secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande, determinato dalla data e ora di invio della pec, fino a totale esaurimento della dotazione finanziaria.
      L’attività istruttoria sarà svolta dagli uffici comunali che procederanno alla verifica:
       
      • dell’ammissibilità delladocumentazione;
       
      • della sussistenza dei requisiti soggettivi di cui all’art.4;
       
      • del massimale degli aiuti concedibili nell’arco dei tre anni finanziari tramite l’attivazione delle procedure previste dalla normativa in materia di Aiuti diStato.
      Nel corso dell’istruttoria il Comune di San Zenone degli Ezzelini può richiedere l’integrazione documentale nonché precisazioni e chiarimenti inerenti la documentazione prodotta, che dovranno essere inviati entro il termine perentorio di 5 giorni dalla data di richiesta. La richiesta di integrazione sospende i termini di conclusione del procedimento, che riprendono a decorrere dalla data di acquisizione della documentazione integrativa.
      Il procedimento istruttorio si concluderà entro 60 giorni dalla data di presentazione della domanda di contributo (fatto salvo quanto sopra riportato in relazione alle richieste di integrazione).
      Con Determinazione Dirigenziale sono approvate le graduatorie delle domande ammesse e non ammesse, con l’indicazione dell’entità del contributo e delle eventuali motivazioni di esclusione.
      Le graduatorie sono pubblicate sul sito https://www.comune.san-zenone.tv.it
       

      7.EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO

       
      L’erogazione dei contributi, al netto della ritenuta fiscale del 4% prevista dalle norme di legge, sarà disposta con Determinazione Dirigenziale.
      Il termine di conclusione del procedimento amministrativo di liquidazione del contributo richiesto è fissato in 60 giorni decorrenti dalla data di presentazione della domanda, fatto salvo quanto riportato all’art. 6 in relazione alle richieste di integrazione.
       
       

      8.RINUNCIA, REVOCA/DECADENZA DEL BENEFICIO

       
      Qualora i soggetti beneficiari intendano rinunciare al contributo concesso, devono darne comunicazione a mezzo PEC all’indirizzo protocollo.comune.sanzenonede.tv@pecveneto.it motivandone le cause.
      Il contributo concesso in attuazione del presente Bando viene revocato con provvedimento dirigenziale qualora:
      1. non vengano rispettati gli obblighi previsti dall’Avviso e dagli atti a questiconseguenti;
       
      1. < >< >si rinunci alcontributo
       
      1. < >sia riscontrata la messa in liquidazione delbeneficiario;
       
      1. sia riscontrata l’apertura di procedure concorsuali nei confronti dell’impresa in data anteriore alla liquidazione delcontributo
       
       

      9.OBBLIGHI DELLE IMPRESE BENEFICIARIE – ISPEZIONI E CONTROLLI

       
      I soggetti beneficiari finali, singoli o aggregati, sono obbligati, pena la decadenza del contributo, a:
       
      1. ottemperare alle prescrizioni contenute nel presenteAvviso;
       
      1. < >non trovarsi in nessuna delle situazioni ostative relative agli aiuti di Stato dichiarati incompatibili dalla Commissioneeuropea;
      Il Comune di San Zenone degli Ezzelini effettuerà controlli a campione in misura minima del 10% del numero delle imprese beneficiarie per verificare il rispetto di quanto previsto dal presente bando e la veridicità delle dichiarazioni rese.
      Qualora dai controlli effettuati emergano irregolarità non sanabili, l’impresa è tenuta a restituire il contributo ricevuto aumentato degli interessi legali. Si ricorda inoltre che le dichiarazioni mendaci, le falsità negli atti e l’uso di atti falsi sono puniti ai sensi del codice penale e delle leggi vigenti in materia.
      Qualsiasi modifica dei dati indicati nella domanda presentata dovrà essere tempestivamente comunicata al Comune di San Zenone degli Ezzelini
       
       

      10.RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

       
      Il responsabile del procedimento è il Dirigente del Settore Sportello Unico Imprese e Cittadini del Comune di San Zenone degli Ezzelini.
       
       

      11.TRASPARENZA

       
      In ottemperanza agli artt. 26 e 27 del D.lgs. n. 33/2013 sono pubblicati sul sito del Comune di San Zenone degli Ezzelini , nella sezione AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE, i dati relativi alla concessione delle sovvenzioni, contributi, sussidi e ausili finanziari alle imprese
       
       

      12.TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

       
      Ai sensi del GDPR 679/2016 i dati e le informazioni acquisiti in esecuzione alla presente procedura saranno utilizzati esclusivamente per gli scopi previsti dal presente bando e trattati in modalità elettronica. I dati saranno trasmessi, per le verifiche di legge, ad altre istituzioni/enti (INPS, MISE, MIPAAF, Ministero degli Interni, CIPE). Il titolare del trattamento è il Comune di San Zenone degli Ezzelini Via Roma, 1 – San Zenone degli Ezzelini e-mail protocollo.comune.sanzenonede.tv@pecveneto.it  Il responsabile della protezione dei dati è contattabile all’indirizzo protocollo.comune.sanzenonede.tv@pecveneto.it  I dati verranno conservati per cinque anni a far tempo dalla conclusione della procedura. Agli interessati sono riconosciuti i diritti di accesso e rettifica dei dati.
       
       

      13.RICORSI E CONTROVERSIE

      Avverso le decisioni del Comune di San Zenone degli Ezzelini sul presente bando, è possibile presentare controdeduzioni direttamente al Settore sportello Unico Imprese e Cittadini mediante invio di una pec all’indirizzo: protocollo.comune.sanzenonede.tv@pecveneto.it  oppure proporre ricorso in via amministrativa o giurisdizionale.
       
    •  

Allegati

Nome Dimensione
Allegato BANDO SOSTEGNO ATTIVITA ECONOMICHE EMERGENZA COVID.pdf 250.55 KB
Allegato Modulo domanda bando sostegno attivita economiche emergenza covid.pdf 321.61 KB
Allegato Modulo domanda bando sostegno attivita economiche emergenza covid.docx 2 MB

Categorie Bandi

Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto